Gravidanza consapevole: nove mesi d’amore

Da quando una donna scopre che una nuova vita è dentro di lei, tutto cambia!

Inizia una vera e propria storia d’amore tra gioie, paure, sbalzi di umore, attesa, emozioni contrastanti, euforia e tanto altro.

Scopriamo come poter affrontare serenamente questi nove mesi di condivisione di corpo, anima e sentimenti con il nostro bambino.

Anche se il nostro bambino non è ancora nato, fa già parte della nostra vita e dobbiamo fare il possibile per prenderci cura di lui al meglio. Il modo migliore è seguire la natura.

Certo sembra semplice, ma per molte di noi significa cambiare quasi totalmente stile di vita e abitudini per diversi ambiti della nostra quotidianità.

Quando nel primo trimestre il nostro corpo ancora non cambia ma potremmo avere qualche malessere fisico (nausee ecc.), iniziamo ad avere molti pensieri, soprattutto se alla prima esperienza, su come faremo ad essere buone madri e se riusciremo ad esserle. Certo che sì! La natura ci ha create con l’istinto materno intrinseco ma non lo sappiamo perché la nostra vita è stata trasformata per conformarsi al lavoro e ai ritmi frenetici della società e delle realtà che ci circondano. Ecco perché abbiamo nove mesi per riprenderci ciò che è nostro: la natura di donna e madre.

Nel secondo trimestre il nostro corpo comincia a cambiare per adattarsi naturalmente alla crescita del nostro bambino. Ci pesiamo in continuazione, guardiamo allo specchio la nostra pancia che cresce e non abbiamo più nulla che ci stia bene addosso nel nostro armadio. “Sono una lavoratrice dipendente: manterrò il mio lavoro?” “Sono una libera professionista: lavorerò e mi stresserò fino all’ultimo giorno prima del parto?” “Perché mio marito non comprende i miei sbalzi d’umore?” ” Perché mio figlio maggiore mi fa sempre arrabbiare?”. Tante domande, poche risposte. Il nostro stato d’animo dipende da noi e da come viviamo le situazioni in ogni momento.

Il terzo e ultimo trimestre è quello dell’attesa e in cui tutti credono di essere i maggiori esperti della tua gravidanza. Nessuno sarà mai esperto quanto te!! Il tuo istinto sa molto meglio di chiunque cosa è meglio per te e per il tuo bimbo. Scegli tu dove e come vorresti che avvenisse il parto, senza condizionamenti. Prepara con il tuo partner o con chi vuoi il nido per accogliere il tuo bambino.

Ricorda che tu stai rinascendo insieme al tuo bimbo e che crescerai insieme a lui, scoprirai lati di te che non conoscevi e a volte te ne stupirai. Riderai, piangerai, ti spaventerai ma sono tutte emozioni fantastiche e naturali che ti porteranno ad avere delle consapevolezze nuove e sorprendenti.

Ora di seguito vorrei darti qualche consiglio, anche in base alla mia esperienza di seconda gravidanza, per vivere serenamente e secondo natura questi meravigliosi nove mesi.

  • ALIMENTAZIONE: è molto importante per tutta la durata della gravidanza. Certamente il tuo ginecologo di darà consigli in merito, io mi permetto di darti i miei in base al benessere avuto con prodotti naturali. Ho mangiato molte verdure verdi soprattutto, cereali non raffinati, legumi e pesce (una o due volte a settimana e non abbinato ai legumi) e frutta secca. Ho preferito evitare la carne (soprattutto rossa), i latticini e gli zuccheri (che si trovano anche nei cereali raffinati oltre che nei dolci). Ti consiglio di fare molta attenzione ai prodotti confezionati che trovi in ogni supermercato (che io eviterei caldamente). Anche per i cibi biologici controllerei comunque ingredienti e provenienza. Certo ci sono le voglie e una volta ogni tanto possiamo concederci uno sgarro, ma che non sia un’abitudine. Questi sono gli accorgimenti che ho avuto io e altre mamme che conosco che in questo modo hanno avuto una gravidanza e un parto molto sereni.
  • MOVIMENTO: come bene sapete in gravidanza bisogna fare movimento. Non quello super-aerobico che sarete abituate a fare ma neanche divano e basta. Il mio consiglio è: fare molte camminate lente all’aria aperta, fare yoga specifico per la gravidanza (io ho avuto una maestra molto brava che mi ha insegnato diversi tipi di respirazione, posizioni strategiche anche per il travaglio ma soprattutto pensiero positivo che è molto importante nelle fasi di gravidanza e parto). Non dimenticate una cosa importantissima da fare soprattutto dal secondo trimestre fino alla fine della gravidanza per prepararvi al meglio al parto: il massaggio a seni, pancia e glutei con olio di mandorle dolci spremuto a freddo e il fantastico massaggio del perineo (anch’esso da fare ogni giorno) con olio apposito e che vi permetterà di sentire molto meno dolore durante il parto – leggi l’articolo dedicato-.
  • CORSO PRE-PARTO: molto importante frequentarlo ma non uno qualsiasi. Ponderare bene quale tra quelli che avete a disposizione incontra meglio le vostre ideologie sull’argomento. L’ospedale dove intendete partorire magari lo organizza ma valutate anche corsi privati tenuti da ostetriche libere professioniste. Per la mia seconda gravidanza ne ho frequentato uno con un’ostetrica davvero brava, per me rispetto al primo (fatto in ospedale) è stato davvero illuminante, talmente illuminante che mi ha convinto a fare il parto a domicilio – leggi articolo dedicato.
  • PARTNER: dovrà essere molto presente per aiutarvi e sostenervi in tutte le fasi, quindi coinvolgetelo in tutte le scelte che farete per il vostro bimbo in modo che sia da supporto sia a livello emotivo che pratico.
  • PENSIERO POSITIVO: cercate di pensare sempre positivo, circondatevi di persone serene e che sappiano sostenervi e non demotivarvi. Riposate molto (ogni volta che ne sentite la necessità). Noi donne siamo delle guerriere, siamo nate per avere bimbi e crescerli sereni e per fare molte altre cose! Quindi forza, sosteniamoci e amiamoci sempre.

L’amore verso i nostri figli e la nostra famiglia può essere immenso solo se immenso è l’amore verso noi stessi.

Laura

Chiudi il menu
×
×

Carrello